almediah.fr
» » Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento (Archivi di arte antica)

Download Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento (Archivi di arte antica) eBook

by Giancarlo Sestieri

Download Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento (Archivi di arte antica) eBook
ISBN:
884220465X
Author:
Giancarlo Sestieri
Language:
Italian
Publisher:
Umberto Allemandi & C. (1994)
EPUB book:
1922 kb
FB2 book:
1836 kb
DJVU:
1721 kb
Other formats
lrf lrf mobi txt
Rating:
4.7
Votes:
771


Bookseller: Libreria Merigo Art Books di Merigo Odet.

Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento. Umberto Allemandi, 1994. cm 21x31 pag. 188 ill. 1166 b/n 'Opera e' suddivisa in tre volumi: il I tratta centoventisei pittori dell'epoca presentati in ordine alfabetico per facilita' di consultazione, e' stato corredato da un agile apparato storico-critico sui singoli maestri, articolato in brevi note gli altri due sono di tavole italiano. Bookseller: Libreria Merigo Art Books di Merigo Odet.

Literatur: Giancarlo Sestieri, Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento, Verlag U. Allemandi, Turin 1994, Band II, Abb. 125. (1041591). Louis Gabriel Blanchet, 1705 Paris - 1772 Rome ALLEGORIES OF MUSIC AND THEATRE Oil on canvas

Literatur: Giancarlo Sestieri, Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento, Verlag U. Louis Gabriel Blanchet, 1705 Paris - 1772 Rome ALLEGORIES OF MUSIC AND THEATRE Oil on canvas. 92 x 120 cm. Accompanied by a detailed expert’s report by Professor Giancarlo Sestieri, Rome, dated 13 November 2015. Free, high quality manner of painting typical for the artist’s style

Seller Inventory 3045. More information about this seller Contact this seller 4. Repertorio della scultura fiorentina del seicento e settecento. Pratesi g. Published by Allemandi Torino 1993 (1993). Louis Gabriel Blanchet, 1705 Paris - 1772 Rome. Allegories of music and theatre. Free, high quality manner of painting typical for the artist’s style. Literature: Giancarlo Sestieri, Repertorio della pittura Romeana della fine del Seicento e del Settecento, publishers U. Allemandi, Turin 1994, vol.

La Galleria Nazionale d'Arte Antica: breve guida al Settecento. Melissa Loring Bryan. Placido Costanzi and the Art World of Settecento Rome. Rome, 1988, p. 38. Giancarlo Sestieri. Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento. University of Georgia, Athens, 1994, pp. 55, 354, 400, quotes Costanzi's inventory of October 1759 and Exhibitio Fiduciae of December 1759, both containing items that may be identified with this painting. Maria Antonia Nocco in Visioni ed estasi: capolavori dell'arte europea tra Seicento e Settecento. Ed. Giovanni Morello. Exh. ca. Braccio di Carlo Magno, Vatican City.

Book digitized by Google from the library of Harvard University and uploaded to the Internet Archive by user tp. 2. La scuola romana e napolitana. 3. La scuola veneziana. 4. Le scuole lombarde di Mantova.

Book digitized by Google from the library of Harvard University and uploaded to the Internet Archive by user tpb. "Libri d'istoria e di critica citati": v. 6, p. -200 t. 1. La scuola fiorentina . . Modena, Parma, Cremona, e Milano. 5. Le scuole bolognese e ferrarese, e quelle di Genova e del Piemonte. 6. Indici generali dell'opera. MoreLess Show More Show Less.

159-170; G. Sestieri, Repertorio della Pittura Romana della fine del Seicento e del Settecento, Turin . Sestieri, Repertorio della Pittura Romana della fine del Seicento e del Settecento, Turin 1994, I, p. 51-54, II, fig. 260-278), E. Schleier, Giuseppe Bartolomeo Chiari. La Strage degli Innocenti, Quaderni del Barocco 3, Arti Grafiche Ariccia, 2009). We are grateful to Giancarlo Sestieri for confirming the attribution after examination of the present painting in the original and for his help in cataloguing this lot. The present compostion of the Rest on the Flight into Egypt displays a measured balance and majestic classicism, whilst at the same time also displaying the influence of the rococo style in the details.

Il dipinto è una versione autografa dell'opera di ugual soggetto di Trevisani a Roma, Galleria Nazionale d'Arte Antica. G. Sestieri, Repertorio della pittura romana della fine del Seicento e del Settecento, Torino, 1994, I, pp. 173-176). La principale variante del presente dipinto rispetto alla versione di Roma è nell'adozione di un drammatico clima notturno anzichè di quello meridano, e di una conseguente enfatizzazione dei contrasti luminosi. Tale soluzione fa propendere per una datazione più avanzata della versione nota, e cioè verso il 1730-40, quando "In the late works, Trevisani also reverts to a heavy, emphatic chiaroscuro".

Sestieri, Repertorio della pittura Romana della fine del seicento e del settecento, Torino 1994, ad indicem, fig. 67) ma i caratteri di stile e scrittura suggeriscono l'attribuzione al pittore Francesco Podesti

Sestieri, Repertorio della pittura Romana della fine del seicento e del settecento, Torino 1994, ad indicem, fig. 67) ma i caratteri di stile e scrittura suggeriscono l'attribuzione al pittore Francesco Podesti Roma, Chiesa di San Paolo), quadri storici e mitologici ('Il giuramento degli anconetani', 1850, Ancona, Pinacoteca Civica; 'Il trionfo di Venere', 1853, Roma, Galleria nazionale d'arte moderna) e affreschi (1835, Roma, villa e palazzo Torlonia; 1854-70, sala della Concezione in Vaticano). Ringraziamo Francesco Petrucci per l'attribuzione dell'opera. Bibliografia di riferimento